Infedeltà coniugale: casi in aumento nell’era del web

I dati recenti riguardanti divorzi e separazioni parlano chiaro: l’infedeltà coniugale è un fenomeno in aumento, soprattutto grazie agli strumenti tecnologici a portata di tutti che rendono più facili e veloci le conoscenze e i contatti tra le persone.

Con l’avvento dei social network, poi, i casi di tradimento e infedeltà sono all’ordine del giorno, poiché è abbastanza agevole passare da una conoscenza “virtuale” ad una reale senza alcun impedimento. Se in passato il fedifrago doveva approntare una serie di strategie per non farsi scoprire, e magari assicurarsi la complicità di qualcuno che gli tenesse “il gioco”, oggi basta avere dimestichezza con lo smartphone.

Se l’infedeltà matrimoniale era abbastanza diffusa anche qualche decennio fa, oggi lo è ancora di più: sono cambiate non solo le modalità e le tempistiche del tradimento, ma anche le dinamiche di coppia e le relazioni interpersonali hanno subito drastici mutamenti rispetto a prima. Rispetto e chiarezza nei sentimenti sono valori sempre più in “disuso”, per cui si cambia partner con la velocità con cui si sceglie un paio di scarpe che calza meglio.

Infedeltà e controversie matrimoniali

I matrimoni finiscono per tante ragioni, ma tra i motivi più comuni vi è l’infedeltà di uno dei coniugi. Ci sono coppie in cui l’ombra del partner infedele aleggia fin dagli inizi del rapporto, solo che l’altro/a fa finta di non vedere e non accorgersi.

In alcune coppie addirittura si raggiunge un equilibrio malsano pur facendosi le corna rispettivamente, per timore del cambiamento e di dover cominciare una nuova vita. E poi ci sono quelle coppie in cui, quando sorge un seppur lieve sospetto di tradimento, l’altro partner esige chiarezza fin da subito.

Ecco che cominciano i pedinamenti, gli appostamenti, il controllo delle telefonate: questa fase è però molto delicata e dovrebbe essere affidata a qualcuno di esterno alla coppia, che viva la situazione nella maniera più distaccata possibile. Il rischio è che, se il partner tradito non viene supportato, possa crollare emotivamente ed avere reazioni incontrollate dinanzi alla scoperta della realtà.

Purtroppo la cronaca ci riporta spesso episodi drammatici riguardanti perone tradite o lasciate che non sono riuscite ad accettare la separazione e sono arrivate a compiere gesti tragici ed estremi. Le controversie matrimoniali che si svolgono in tribunale hanno spesso per oggetto l’infedeltà coniugale, per cui il coniuge tradito porta in aula le prove del tradimento in sede di separazione giudiziale per evitare l’addebito della colpa.

Supporto e aiuto in caso di infedeltà matrimoniale

Inutile dibattersi nel dubbio e nell’incertezza circa l’infedeltà del proprio partner: è preferibile rivolgersi con fiducia a personale esperto e qualificato che sia in grado di dipanare la matassa fornendo prove certe ed inconfutabili.

Ci sono agenzie investigative specializzate nel campo dell’infedeltà coniugale, che hanno seguito centinaia di separazioni e divorzi a causa di tradimenti, e che sono in grado di offrire un valido e concreto supporto psicologico alle persone che stanno passando questa dolorosa fase della loro vita.

La persona tradita ha necessità di conforto e tutela, anche legale. Per questo un’agenzia di investigazioni può rappresentare una valida opzione per scoprire la verità e nello stesso tempo raccogliere le basi per reagire all’evento nella maniera più lucida e razionale possibile.